Transalp 2013

Quando Alberto tornò dalla sua prima Transalp, nel 2010 lo ammiravo troppo; una settimana di tappe alpine in mountaninbike dalla Germania al Lago di Garda, chilometraggi da marathon, dislivelli da fare paura...era un'avventura che a sentirla mi spaventava...

Poi cominciò ad insistere "vieni a rifarla, con me?".

Sapevo che sarei stato debole e non ci volle molto per convincermi, nonostante sapessi che si trattava di una faticaccia e che mi sarebbe costata un buon gruzzolo di soldini e molte ore di allenamento...

Ma dopo una lunga attesa ed una discreta preparazione eccomi qua a raccontarvela, la mia prima Craft Bike Transalp 2013

Day 0: arrivo a Mittenwald

Sveglia ore 6, due ore e mezza di macchina e siamo a Riva del Garda, dove con un pulmino raggiungiamo Mittenwald (Ger); il posto è bello, c'è l'area degli stand (bike expo) dove riesco a sostituire il movimento centrale traballante, e c'è il pasta party (mi faccio 2 paste "Bolognese"); l'albergo è a 8 km, ci spostiamo in bici; è una gasthaus (si scrive così?) un po' spartana ma sono gentili; dopo cena birretta e via a nanna. Domani è il grande giorno.

Day 1: Mittenwald - Mayrhofen : 13 luglio 2013

km 111, dislivello 2000m

Sveglia ore 6 per la consegna dei bagagli, colazione e raggiungiamo la partenza (8 km) dove ci infiliamo in griglia,a pochi metri dal campione del mondo Cristoph Sauser e da gente come Huber Pallhuber e Masssimo Debertolis; la partenza scatta alle 9.00, qualche km iniziale di pianura dove nessuno si risparmia e poi inizia la tappa: due salite non lunghissime, non molto pendenti e pure pedalabili che non affrontiamo forte (è il primo giorno ed Alberto non è ancora "caldo" anche se io scalpito), e due discese (sulla prima cado due volte) rese insidiose dal fondo di ghiaia; il bello però finisce a 75 km dallo start: gli ultimi 35 km sono per lo più  pianeggianti e su asfalto (pista ciclabile); la sfortuna vuole che troviamo un gruppetto di gente che in pianura non si risparmia quindi a tratti si toccano i 46 km/h...dopo un po' però il forcing è troppo per essere il primo giorno, e ci stacchiamo trovandoci in 5: io, Alberto, una coppia (uomo e donna) credo olandese (Peter e Sara) ed un signore dai capelli bianchi, teniamo i 30/35 ed arriviamo assieme ringraziandoci vicendevolmente per la collaborazione.



All'arrivo trangugio tutto il possibile, laviamo le bici, facciamo conoscenza con il tizio dello stand degli integratori Multipower e ci dirigiamo verso l'albergo, dove la gentile signora ci lava le tute e per 2€ mi offre la connessione dalla quale sto scrivendo.

Mayrhofen è un bel paesino, tranquillo e circondato dalle montagne, ben tenuto (siamo in Austria) e pieno di negozietti.
Ora è il momento di riposare un po', domani ci attende un'altra sfacchinata.

Italian English French German Hungarian Slovenian

About

Nome: Andrea
Cognome: Schiffo
Data e luogo di nascita: 6/9/86 a S.Daniele del Friuli
Residenza: Ciconicco di Fagagna (UD) - Italy
Studi: Laurea Triennale in Informatica presso Uniud
Occupazione: QA Automation Engineer @ Xanadu
Interessi: CICLISMO!, tecnologia/comunicazione, informatica, cultura, volontariato

email andrea schiffo

Download CV

Follow me on: